L'ADOZIONE DELLE CRIPTOVALUTE SARÀ LENTA SE NON SI MIGLIORA LA PRIVACY

Quando parliamo di tecnologia blockchainSiamo pronti a parlare di democratizzazione, libertà dalle catene di poteri oppressivi al governo e simili. Raramente si parla dei problemi di sicurezza con finanza decentrata. Raramente si parla della mancanza di privacy con gli utenti della blockchain. È come se preferissimo parlare degli aspetti positivi piuttosto che soffermarci sugli aspetti negativi. Ad esempio, gli appassionati di criptovalute sono contrari tasse sul trading di criptovalute perché toglie la libertà di governo alle criptovalute. 

 

E hanno tutto il diritto di diffidare delle interferenze governative. 

Abbiamo visto in prima persona l'instabilità dell'attuale sistema finanziario. Abbiamo visto la corruzione e l'incoerenza di questi spazi. Sappiamo come il potere sia stato messo all'angolo da una parte della frattura sociale, quella dei ricchi e dei benestanti. Il timore di molti che rifiutano qualsiasi forma di coinvolgimento del governo nelle criptovalute è che loro, il governo, possano rovinare il sistema. spazio crittografico con le loro mani contaminate. Non come il spazio delle criptovalute è privo di difetti. 

 

Il recente crollo di Terra Luna (anche se è tornata con il nome di Terra 2.0) dimostra che lo spazio delle criptovalute non è privo di difetti. Ma almeno sono le persone comuni a comandare, non il governo. 

 

MA I REGOLAMENTI GOVERNATIVI SI STANNO INSINUANDO

Mentre la sfiducia nei confronti dei regolamenti governativi diminuisce, si assiste al coinvolgimento attivo dei governi federali nei confronti degli asset digitali. Dal Regno Unito che persegue l'equivalenza delle valute digitali con le valute fiat, alla Germania che implementa le leggi fiscali, fino a El Salvador che rende il bitcoin una valuta legale, sempre più governi in tutto il mondo si stanno aprendo al potere della blockchain. 

Ma le domande sulla privacy nella blockchain esistono ancora. 

I trader e gli investitori sono al sicuro sulla blockchain?

Quanta privacy è sufficiente?

Se la privacy è un diritto di ogni trader e investitore, non dovrebbero avere più privacy?

Con esploratore btc possono davvero dire di essere anonimi sulla blockchain? 

 

Queste e altre domande affliggono l'industria del bitcoin. 

 

Ma la legislazione, come il Regolamento generale sulla protezione dei dati, in corso di attuazione nel settore bancario dell'Unione europea, ha trovato la sua strada nelle criptovalute. Sono in fase di sviluppo ulteriori normative, in primo luogo per proteggere gli investitori e i trader dagli hacker e dai progetti di criptovaluta truffaldini, e in secondo luogo per ostacolare le attività nefaste che potrebbero essere svolte con le blockchain. 

 

PERCHÉ LA PRIVACY È IMPORTANTE?

 

La trasparenza della Blockchain è stata definita uno dei vantaggi della tecnologia. Gli appassionati sostengono che i conti possono essere rintracciati e i relativi dettagli sono accessibili al pubblico, ma la realtà dei fatti, con la crescente adozione e il miglioramento della tecnologia, rende questo vantaggio un motivo di preoccupazione. 

 

Sì, è fantastico che le blockchain siano trasparenti, ma che dire degli hacker? Questo livello di trasparenza apre le porte agli hacker. Basta che abbiano un indirizzo di portafoglio e possono rubare milioni di dollari a ignari investitori in criptovalute. 

 

Il libro mastro distribuito funziona così:

Un uomo, chiamiamolo Kelvin, invia criptovaluta dal suo portafoglio all'indirizzo di un altro. I dettagli di questa transazione su blockchain sono ora accessibili al pubblico. Il portafoglio della persona è ora collegato a quello di Kelvin. Se la persona subisce una violazione dei dati, il portafoglio di Kevin può essere violato e gli vengono sottratti i beni digitali. 

 

Molte persone nello spazio crittografico affermano spesso che lo pseudonimo equivale alla privacy. 

Ma nulla può essere più lontano dalla verità. 

 

COSA SIGNIFICA PRIVACY?

 

La definizione di privacy può essere un po' ambigua per alcuni, ma il punto cruciale della privacy è che una persona è l'unica ad avere accesso alle informazioni e ai beni personali. La persona ha il diritto di condividere alcune di queste informazioni con altri. 

 

In cripto-lingua, la privacy è quando i proprietari dei portafogli non hanno i dettagli dei portafogli all'aperto; quando i portafogli non possono essere rintracciati e la ricchezza di una persona è esposta. La privacy è anche quando le persone pericolose non hanno accesso al denaro del governo. 

 

EVENTI RECENTI CHE HANNO MESSO IN LUCE LA NECESSITÀ DI UNA MAGGIORE PRIVACY

Vibe shift è un nuovo termine generazionale che descrive uno spostamento dalla norma, un movimento verso nuove forme di energia, un cambio di paradigma. Nello spazio delle criptovalute si sta verificando un cambiamento di vibrazioni che, se non compreso, lascerà molti a vagare nella terra degli smarriti. 

 

La guerra in Ucraina ha aperto gli occhi a molti sull'importanza immediata della privacy sulla blockchain. 

 

Appena iniziata la guerra in Ucraina, il presidente ucraino ha implorato il sostegno del mondo intero. Dato il disastro del Paese, le banche tradizionali sono state chiuse e le attività finanziarie internazionali in Ucraina sono state sospese. Ma grazie alle qualità delle criptovalute "oltre i confini", l'Ucraina è riuscita a ottenere l'aiuto della gente. 

 

Allo stesso modo, altri hanno chiesto a gran voce che le criptovalute fossero vietate in Russia. Questi appelli non sono stati accolti perché tali divieti vanificano l'obiettivo delle criptovalute, la democratizzazione e l'uso della moneta. istituzioni finanziarie. 

 

PER UNA MAGGIORE ADOZIONE, È NECESSARIO AFFRONTARE I PROBLEMI DI PRIVACY

 

Non importa quanto sia valida una tecnologia, se le persone non la accettano, le sue brillanti caratteristiche cadono nel vuoto. 

 

Affinché la criptovaluta venga adottata in modo più ampio, soprattutto dalle grandi aziende e dai governi di tutto il mondo, i dati sulla privacy devono essere protetti. 

 

Per le grandi aziende sarà difficile utilizzare le criptovalute per le transazioni finanziarie perché i loro dati sono accessibili a tutti.

 

L'identità dei loro utenti non è protetta, i loro dati sono aperti e possono essere compromessi; questi problemi impediscono alle istituzioni di essere pienamente coinvolte nelle criptovalute. 

 

MA LA PRIVACY SIGNIFICHERÀ LEGGI, E LE LEGGI SONO CATTIVE, GIUSTO?

 

L'errata convinzione che il governo imponga leggi sui beni digitali sia dannoso per lo spazio è ben lontana dalla verità. 

 

In primo luogo, la privacy sulla catena non danneggia nessuno, ma protegge i dati delle persone e aumenta il livello di fiducia che le persone hanno nei confronti di tecnologia blockchain. 

 

In secondo luogo, l'aumento del livello di privacy sulle blockchain non significa che i regolatori abbiano il pieno controllo dei libri mastri distribuiti.  

 

Per niente. 

 

La privacy e alcune normative aumenteranno l'adozione delle criptovalute.

 

La gente non investe in ciò di cui non si fida. E molti si fidano del governo. 

 

Quindi, se le leggi che contribuiscono a proteggere la privacy degli investitori e dei trader sulla blockchain vengono implementate, un numero maggiore di persone sarà disposto a rinunciare alle proprie valute fiat e a investire in progetti basati sulla blockchain.